.
Annunci online

marynonpersempre
questo blog è laico





8 giugno 2008
C'è un marziano da qualche parte?
 
è un periodo che sono contro tutto
la penso sempre in maniera diversa, sto sempre a contraddire
non mi sopporto nemmeno io
a tutti piace una cosa, a me no
tutti vogliono così, io vorrei esattamente l'opposto
mi sento un marziano
aspetto solo che qualcuno mi mandi a cagare, ci vuole poco
 
mi sento un marziano
mi sento un marziano
 
in questo momento, se incontrassi un altro marziano fuggirei con lui
la solitudine dei marziani è una cosa senza fine



permalink | inviato da marynonpersempre il 8/6/2008 alle 16:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
20 maggio 2008
l'amica virtuale
 
un'amica virtuale esiste
e non esiste
sai che c'è, che forse ci sarà un post nuovo, che forse ti racconterà qualcosa di più della sua vita, qualche idea, qualche sfogo, qualche sprazzo
vai e leggi, lasci un commento, ripassi da lei
sai che c'è
gli amici blogger esistono
in un mondo che esiste
e non esiste
sganciato dalle vite, dagli orologi, dalle ricchezze e dalle povertà, sganciato dagli impegni, dalle liti e dalla fatica
sganciato dagli inciampi della vita reale
sganciato dalla morte
in un mondo che esiste
e non esiste
mi viene più naturale pensare che lei c'è sempre
tornerà a scrivere della sua vita
prima o poi
e io tornerò a ripassare da lei
ogni tanto
perchè lei esiste
e non esiste



permalink | inviato da marynonpersempre il 20/5/2008 alle 18:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
17 marzo 2008
sotto sotto
 
Vabbè lo racconto.
Ho portato lui - il Compagno, il Padre, insomma Lui - al Kaikan, il centro culturale dei buddisti della Soka Gakkai, la casa che mi ha accolto con tutto il magone di emozioni speranze e dolori nei primi anni della mia pratica.
L'Ispido ha sempre infrattato la sua curiosità per l'argomento, ma si vedeva lontano un miglio che fremeva.
 
Qualcuno direbbe il caso ha voluto che..., io invece dico che che ieri è successa una cosa il cui semino è stato piantato molto tempo fa...
 
 
Era la giornata dell'accoglienza, era festa. E non lo sapevo.
C'erano torte e caffè, sole e risate. Non ho mai visto tanti bambini, tanta gente, famiglie, genitori giovanissimi, piccoli che giocavano nell'anfiteatro, anziani da soli e in gruppo, e le bellissime camelie contrastavano con alberi giapponesi e cipressi mediterranei, un giardino splendido, culture mescolate, intergrate, un'armonia generale che mi ha commossa, e mi sono accorta in quelle ore quanto mi è mancato quel posto, e quanto sono belli quei valori, e quel sentire....
In ogni padiglione c'era una recitazione di daimoku o di gongyo
Il video del presidente Ikeda ha tenuto incollato l'Imperscrutabile per tutto il tempo alla seggiola, e Lui ha riso del suo umorismo, ha ascoltato le sue "perle" di saggezza, si è commosso all'elogio delle donne (mi raccomando, amate le donne, trattatele bene, ascoltatele, le donne...ha detto Ikeda), ha gongolato all'incitazione al coraggio e sicuramente in quel momento ha fatto un pensierino a suo figlio e ci scommetto che avrà pensato, ecco, questa cosa gliela devo insegnare, ad avere coraggio... 
Ha perfino commentato "ma noi un Veltroni così non ce l'abbiamo?"....
 
 
Ho gongolato, eccome se ho gongolato...
 
Lui, l'Imprescrutabile, la Roccia e il Comunista, dopo a casa non ha fatto nemmeno un commento. Niente, la Merdaccia. Ma io lo so che sotto sotto...
 



permalink | inviato da marynonpersempre il 17/3/2008 alle 19:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
3 marzo 2008
il blog neonato
Da oggi anche qui
(ma sotto mentite spoglie però, perchè la vera mary sono io, qua su questo blog...)



permalink | inviato da marynonpersempre il 3/3/2008 alle 8:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
20 febbraio 2008
vicini vicini
lavorare con il vicedirettore
seduto nella scrivania proprio accanto alla tua
è molto, molto stressante...



permalink | inviato da marynonpersempre il 20/2/2008 alle 13:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
15 febbraio 2008
'na monnezza
 

Sto qua sul letto a scrivere, Rachi ulula come sempre quando suonano le campane, Gomez fa il furbo e cerca di scappare, oggi è il mio primo giorno libero da tempo immemore e sono frullata. Vorrei piantare le rose ma sono frullata. Vorrei cucinare cose difficili e lunghe ma sono frullata. Sono frullata. In compenso ho fatto il pane. Farina di kamuth e nocciole. Sta cuocendo. Sono frullata. Odio il lavoro quando frulla le persone, ho visto poco i bambini, ho visto poco Lui e anche se l’avevo preparato a questa bufera imminente l’ho visto poco e mi girano, non ho scritto sul blog, non ho letto mariolina venezia, nutro odio profondo nei confronti di tutti i miei colleghi frullati anche loro e anche loro in fase di odio acuto verso l’intera umanità. Gomez se la spassa e Rachi ulula, insomma tutto va come deve andare, cioè anche senza di me, e qs mi provoca una fitta di dolore acuto. Come osate essere felici anche in mia assenza, cani bastardi?




permalink | inviato da marynonpersempre il 15/2/2008 alle 10:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
11 gennaio 2008
lacrime&donne
Non ho nessuna fregola di vedere una donna in quanto donna sulla poltrona più potente del mondo. Mi basterebbe che, su quella poltrona, ci si accomodasse un qualsiasi essere umano purché democratico - in senso greco - e pacifista. Uno che la smettesse di rompere le balle al resto del mondo, per esempio. Cmq, tutte queste donne che fanno il tifo per Hillary-in-quanto-donna e la premiano in quanto donna piangente pertanto anch’essa fragile, mi fanno incazzare. C’è qualcuna/o fra gli elettori del New Hampshire che l’ha votata in quanto politico di sesso femminile sostenuta da lobby potentissime piene zeppe di ad in maggioranza uomini? Se c’è, lo dichiari pubblicamente, è molto più dignitoso. Direi, più politicamente corretto.

Mi fa incazzare che su quel "in quanto donna" si tramandino ancora distinguo, luoghi comuni, stereotipi. Dannosissimi per la categoria. Personalmente, non ci vedo niente di male in una donna che NON piange pubblicamente. Anzi. Se per di più è una che aspira a diventare il governante più potente del mondo, preferirei assai che si tenesse per sé i suoi magoni e le sue private incazzature, senza trascinare l’intera categoria femminile nel solito minestrone riscaldato del forte&fragile, madonna&puttana, moglie&amante.

A me, nel mio piccolo, mi sembra già tanto dover barcamenarmi quotidianamente in prove di forza non indifferenti per essere ascoltata come se a parlare fosse un uomo, invece che una donna.

Anzi, vi dirò: marynonpersempre in realtà è un uomo.




permalink | inviato da marynonpersempre il 11/1/2008 alle 15:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa
2 gennaio 2008
'a Zap ....
 
Tutta la banda della Cdl non vuole le coppie di fatto, figuriamoci quelle gay, e crede fortemente nel valore della famiglia. Ma poi sono divorziati e risposati (Casini), fedifraghi (Fini), lupanari (Berlusconi) e a domanda precisa sul perchè di qs curioso doppio binario pubblico-privato rispondono "non accetto domande personali" (la sciura Brambilla, convivente con figlio  pur'essa)
 
Però non è una questione di destra o di sinistra. Mi fa prurito anche uno come Zapatero che scrive una lettera d'amore alla moglie che fa struggere e ti verrebbe da implorare: 'a Zap, fai di me la tua Sonsoles Espinosa/2...
Bella, davvero. Però mi fa prurito lo stesso. Perchè uno che fa il capo di uno stato molto molto cattolico e introduce le coppie di fatto, i matrimoni gay, le adozioni per i gay, il divorzio breve, la fecondazione assistita easy e il transgender easy, perchè poi si sposa in chiesa? perchè?
 
Mi domando, ci sarà da qualche parte qualcuno che è semplicemente, onestamente, umilmente coerente con sè stesso?
 
 



permalink | inviato da marynonpersempre il 2/1/2008 alle 12:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa
26 dicembre 2007
horror vacui
ringrazio questo lavoro nn solo perchè mi dà da vivere 
ma anche perchè mi permette di togliermi dalle balle negli insopportabili dopo-festa
quando facevo i natali a milano era bellissimo riprendere un treno nell'alba del 26
erano treni vuoti, erano freddi, incontravi solo gente in fuga da famiglie, retorica, volemmosebbene
conservo qs sensazione anche adesso, che faccio i natali che mi sono scelta
il 26 dicembre
il 1 gennaio
pasquetta
certe domeniche pomeriggio
vengo qui e do un senso a queste giornate che altrimenti si sgonfierebbero nell'horror vacui del dopo  


sono fatta male, lo so 









permalink | inviato da marynonpersempre il 26/12/2007 alle 18:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (10) | Versione per la stampa
23 dicembre 2007
allegria!
in tutti qs anni ho capito che - per quanto mi riguarda - il Natale va preso alla leggera
molto alla leggera 
noi ci abbiamo provato così, buttandola sul ridere...
auguri a tutti, di cuore


http://www.elfyourself.com/?id=1580594560





permalink | inviato da marynonpersempre il 23/12/2007 alle 16:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte